Al giorno d’oggi siamo abituati alle severe norme aeroportuali sul contenuto dei bagagli, dalle regole sui liquidi a quelle sugli oggetti considerati pericolosi. Tuttavia ci sono pochi riferimenti ad accessori come i sex toys, articoli speciali sui quali non si capisce bene come comportarsi quando si viaggia in aereo. Ecco alcuni consigli utili su come trasportare vibratori e altri prodotti ricreativi per adulti in aereo.

Come trasportare vibratori e altri accessori in aereo

Innanzitutto bisogna dire che esiste molta confusione in merito, infatti non è presente un elenco ufficiale di sex toys che possono o no essere trasportati in aereo. Ovviamente nelle liste ufficiali si trovano oggetti di uso comune, persino armi ed esplosivi, ma quasi sempre nessun accenno agli accessori erotici. Per questo motivo è necessario considerare i materiali e le caratteristiche di questi oggetti, usando la logica per capire qual è il modo migliore per portarseli dietro in viaggio.

Ad esempio per i dildo classici, sex toys semplici senza nessun tipo di dispositivo elettrico o batterie, non ci sono restrizioni particolari, specialmente se realizzati in silicone o altre plastiche, quindi si possono inserire nel bagagliaio a mano. Già per i modelli in vetro, acciaio inossidabile o legno è meglio evitare, poiché potrebbero essere considerati oggetti contundenti, soprattutto se con dimensioni considerevoli.

I vibratori invece sono equipaggiati con delle batterie per azionare il movimento, dunque basta rimuoverle per aggirare eventuali limitazioni aeroportuali, perciò possono essere anch’essi portati con sé in cabina. Anche in questo caso con alcuni prodotti si va più sul sicuro, ad esempio con i vibratori morbidi in jelly o in silicone, accessori ludici flessibili e non pericolosi, mentre per quelli rigidi e pesanti è necessario considerare la possibilità di metterli nella valigia da imbarcare. 

Per altri prodotti valgono le stesse indicazioni, dunque è possibile trasportare nel bagaglio a mano vari tipi di sex toys, comprese cinture strapon, anelli e divaricatori. Quelli con sistema di alimentazione dovrebbero essere separati dalle batterie, ancora meglio se riposti per sicurezza nel bagaglio da imbarcare, in questo modo non si rischia un controllo più approfondito che potrebbe creare non poco imbarazzo. 

Quali sex toys non è possibile trasportare nel bagaglio a mano?

Se la maggior parte dei sex toys possono essere imbarcati sull’aereo, togliendo le batterie per evitare problemi durante i controlli di sicurezza in aeroporto, altri giocattoli erotici invece devono essere necessariamente sistemati nel bagaglio da stiva. Si tratta di tutti quei dispositivi che presentano delle parti appuntite, delle protuberanze pericolose oppure di oggetti dall’utilizzo multiplo, come ad esempio manette, corde e lacci per legare impiegati in alcune pratiche BDSM.

Questi accessori sono naturalmente vietati in aereo, quindi non si possono portare con sé nella valigia a mano. Rientrano in questa categoria anche i prodotti in metallo, soprattutto se con dimensioni elevate, le fruste e i paddle, attrezzi simili a pagaie usati generalmente per le punizioni corporali. In questi casi è obbligatorio sistemare tali accessori nel bagaglio da stiva, scongiurando qualsiasi tipo di problema con l’addetto ai controlli. 

Lubrificanti e liquidi per sex toys: si possono portare in aereo?

Un discorso a parte meritano alcuni prodotti particolari, ovvero i liquidi e altre sostanze come i lubrificanti, indispensabili per chi utilizza i sex toys. Come indicato dalle normative aeroportuali, è possibile trasportare nel bagagliaio a mano soltanto contenitori con una quantità di liquidi non superiore i 100 ml, restrizione valida anche per le creme e qualsiasi altra sostanza non solida. Inoltre ogni confezione deve essere facilmente ispezionabile, perciò va sistemata in appositi sacchetti trasparenti.

Il contenuto complessivo in liquidi può arrivare fino a un litro, quindi è possibile portare 10 contenitori da 100 ml l’uno, i quali vanno messi tutti insieme dentro una busta apribile di dimensioni massime 20×20 cm. Anche qui valgono le regole del buon senso, perciò se non si vogliono correre rischi basta usare la valigia da imbarcare nella stiva, soluzione che permette di trasportare quantità più elevate e non prestare attenzione all’imballaggio dei liquidi. 

Consigli finali per trasportare in aereo sex toys e accessori

Come abbiamo visto le persone che vogliono divertirsi nell’intimità possono farlo anche in viaggio, bisogna soltanto rispettare le regole e fare i bagagli con qualche attenzione in più rispetto al normale. Ad esempio è necessario verificare che i sex toys e gli altri accessori non siano pericolosi, non devono contenere parti a rischio esplosione e possibilmente essere certificati a marchio CE. In questo modo si possono trasportare nel bagaglio a mano senza particolari problemi.

Al contrario conviene sistemare liquidi in eccesso e prodotti potenzialmente dannosi, utilizzabili come un’arma, nella valigia da imbarcare nella stiva. Ciò non mette al riparo da situazioni imbarazzanti, ad esempio nel caso l’addetto ai controlli voglia ispezionare il contenuto del bagaglio, perciò bisogna considerare anche tale aspetto prima di prendere la decisione finale. Infine è importante verificare la presenza di eventuali restrizioni territoriali, poiché in alcuni paesi potrebbero esserci divieti riguardo dispositivi specifici, dunque meglio lasciarli a casa ed evitare qualsiasi rischio.