L’Isola del Giglio e il mare in autunno: un’esperienza tutta da vivere


Vi siete mai sentiti dire da amici o conoscenti di quanto sia bello fare una vacanza in autunno (in particolare tra la fine di Settembre ed Ottobre, quando le temperature risultano ancora molto gradevoli)?

Se la risposta è affermativa allora, con ogni probabilità, avrete fatto già un pensiero ad organizzare le vostre ferie in modo differente dal solito. Sicuramente fare una bella vacanza in piena estate è ideale per sfuggire al gran caldo delle grandi città, ma si devono mettere in conto anche varie problematiche connesse al grande affollamento che troverete sulle strade e all’interno delle località turistiche.

Ecco perché, in certi casi, l’idea di programmare una vacanza al mare in Ottobre può essere davvero un’idea da prendere in considerazione!

 

Il clima, soprattutto negli ultimi anni, è sempre stato particolarmente mite per il periodo e questo permette di poter godere di belle giornate di sole che possono essere trascorse in spiaggia senza, però, ritrovarsi con un grande affollamento di turisti, cosa che vi aiuterà sicuramente a rilassarvi appieno.

Ovviamente non di solo mare si vive in vacanza, quando il caldo è molto più sopportabile come in questo periodo, anche la visita del territorio circostante può risultare un’aggiunta di valore alla nostra vacanza.

Tra le tante mete di mare che si possono scegliere nel periodo autunnale, oggi ci soffermiamo sull’Isola del Giglio, che risulta essere un luogo che tanto ha da offrire a chi decide di visitarlo, grazie alla notevole varietà di spiagge presenti e adatte per tutti i gusti (da quelle più grandi e sabbiose fino alle calette più nascoste composte principalmente da scogli e piccoli sassetti), fino alla scoperta delle zone più interne dell’isola, con piccoli paesi e itinerari perfetti per lunghi percorsi di trekking che la fanno da padrone.

Soggiornare sull’isola in questo periodo è anche più conveniente, grazie al fatto di non ritrovarsi più in un periodo di alta stagione. Abbiamo contattato tra gli altri Ettore Olivieri, titolare dell’Agenzia Isola del Giglio Immobiliare, che ci ha confermato quanto sia conveniente affittare un appartamento in questo periodo; la maggior disponibilità di appartamenti in affitto permette di scegliere la soluzione che davvero rispecchia i nostri gusti ed esigenze. Sicuramente ha tutto altro valore una vacanza in cui possiamo svegliarci e trovarci praticamente a ridosso della costa, con panorami di assoluto livello.

Vediamo adesso insieme una piccola carrellata delle attrazioni che vi consigliamo di non perdere durante la vostra vacanza in autunno all’Isola del Giglio.

Percorsi di trekking all’Isola del Giglio e le ultime tintarelle lontani dal “caos ferragostano”

Forse non lo sapete, ma la parte interna dell’Isola è disseminata di piccole stradine e sentieri che vi permettono di spostarvi da una parte all’altra. Questo perché molti anni fa non esistevano strade asfaltate e gli abitanti del luogo utilizzavano questi percorsi come mezzi di collegamento e per trasportare il bestiame al pascolo. Dopo un lungo periodo caratterizzato da abbandono e noncuranza, si è scelto di ripulire questi sentieri che risultano essere una piccola attrazione, ideale per far conoscere un lato nascosto dell’Isola del Giglio.

Oltre alla possibilità di praticare dello sport si avrà la possibilità di ammirare splendidi scorci dell’isola, in particolare vi consigliamo i panorami a picco sul mare. Alcuni sentieri sono utili anche per raggiungere alcune calette poco conosciute dell’Isola e che vi permetteranno di trascorrere una giornata di mare diversa dal solito.

Non perdete, quindi, l’occasione di godervi degli ultimi caldi raggi di sole e puntate sulla qualità!

Le calette presenti all’Isola del Giglio sono spesso difficili da raggiungere, se non tramite l’utilizzo di questi sentieri. Ecco perché il clima gradevole ma non troppo caldo vi permetterà di poter esplorare tutta la zona in assoluta tranquillità, consentendovi di scoprire piccoli tesori nascosti. Segnatevi, quindi, questi luoghi e divertitevi a visitarli tutti:

  • Punta del Capel Rosso
  • Spiaggia del Pertuso
  • Faraglioncello
  • Spiaggia dell’Allume
  • Cala del Corvo
  • Cala di Sparavieri

Una visita ai fari dell’Isola del Giglio

Il percorso dei fari può sembrarvi a prima vista banale, ma vi permetterà di scoprire percorsi e luoghi davvero particolari, unitamente al fatto che ogni faro racchiude degli ottimi panorami da fotografare.

Il Giglio è una piccola isola ma sono presenti al suo interno ben 3 fari che vi consigliamo di visitare senza alcun dubbio:

Il Faro delle Vaccarecce, conosciuto anche come Faro Antico o Vecchio, dismesso ormai da tempo soprattutto a causa della posizione inadeguata (non a ridosso del mare e posto in cima ad un promontorio) e posizionato sulla parte nord del Giglio, non troppo distante da Giglio Castello.

La sua sostituzione è avvenuta anche grazie alla costruzione dei 2 fari costieri, quello del Fenaio, posto nella punta Nord dell’Isola, e quello di Capel Rosso, posto nella punta Sud.

Il Fenaio fino agli anni 80 non era automatizzato, difatti era residenza dei guardiani che via via si alternavano; in seguito la sua automatizzazione è rimasto disabitato, ma da pochi mesi è stata completata un’opera di ristrutturazione radicale che permette di soggiornare al suo interno come una vera e propria struttura ricettiva. Caratteristico anche il Faro di Capel Rosso, la cui spiaggia limitrofa prende questo nome dal colore rossastro del muschio che potete trovare sugli scogli, creando un effetto caratteristico.

Tramite i sentieri precedentemente citati è possibile arrivare anche a questi fari (è possibile ovviamente avvicinarsi anche con mezzi propri), quindi vi consigliamo sicuramente una visita.

Visitare i paesi del Giglio e partecipare agli eventi autunnali

Soprattutto nel periodo autunnale, quando il clima è molto più sopportabile, è bello poter sfruttare parte della giornata per visitare i 3 principali paesi che caratterizzano l’isola, Giglio Castello, Campese e Giglio Porto, in cui si concentra la quasi totalità degli abitanti isolani.

Il Porto è il naturale attracco di tutti i traghetti ed imbarcazioni, per questo sarà la prima cosa che vedrete nel momento in cui arrivirete sull’isola. Una passeggiata è sicuramente d’obbligo in quanto potrete trovare negozi di vario tipo e ottimi ristoranti dove assaggiare le prelibatezze locali; molto interessante è soprattutto il colpo d’occhio generale grazie alla colorazione delle singole case, dipinte in modo diverso l’una dall’altra.

Apprezzabile una visita anche alla Torre del Saraceno, a poca distanza dal Porto, e una visita alle spiagge poste a poca distanza dalla zona di sbarco dei traghetti ma incredibilmente caratterizzate da acque pulite e cristalline.

Campese è un paese che potrete trovare proprio a ridosso della conosciuta Spiaggia del Campese, una delle più grandi ed attrezzate dell’isola. Grazie allo sviluppo prettamente turistico non mancherete di trovare negozi, bar, ristoranti e tutti i servizi principali a ridosso dello stabilimento balneare.

Senza dubbio di assoluto interesse rappresenta la visita a Giglio Castello, il paese che racchiude in se l’identità storica di questo territorio. Si tratta, infatti, di un antico borgo medievale il cui fascino risulta essere del tutto intatto anche oggi (vi basterà percorrere le strette stradine del paese per rivivere quelle atmosfere). Dominato dalla Rocca Aldobrandesca, potrete ammirare sulla parte più elevata una splendida vista di gran parte del territorio dell’isola; al suo interno non mancano anche edifici di valore storico, come la Chiesa di San Pietro Apostolo.

Questi piccoli paesi sono interessanti da visitare anche durante la nostra vacanza autunnale al Giglio soprattutto grazie al loro animarsi per alcuni eventi tipici che ricorrono annualmente in questo periodo dell’anno; a Settembre, ad esempio, si svolge la tradizionale Festa di San Mamiliano, patrono di Giglio Castello, che prevede anche una serie di manifestazioni popolari come la Sagra del coniglio selvatico, il Palio dei somari e la celebre “quadriglia”, un momento di rievocazione medievale in cui uomini e donne con vestiti dell’epoca realizzano questo ballo a ritmo di musica.

A Giglio Castello, sul finire del mese di Settembre, si svolge la Festa dell’uva e delle cantine aperte, dove si possono gustare gli ottimi prodotti locali e soprattutto bere il buon vino del territorio, ossia l’Ansonico.

Ad Ottobre, invece, sempre nella baia di Giglio Campese, si svolge la grande festa della birra, con stand eno-gastronomici ed espositivi, arricchito anche dalla presenza di vari gruppi musicali. Se, quindi, deciderete di puntare su una vacanza “fuori stagione” all’Isola del Giglio non potrete di certo lamentarvi di non sapere cosa fare!

Summary
L’Isola del Giglio e il mare in autunno: un’esperienza tutta da vivere
Article Name
L’Isola del Giglio e il mare in autunno: un’esperienza tutta da vivere
Description
Chi ha detto che al mare si va solo d'inverno? Scopri la bellezza dell'isola del giglio e del mare in autunno! Un'esperienza da non perdere!
Author
Previous Cosa fare in aeroporto: guida per chi non ha mai viaggiato in aereo
Next Cosa vedere a Bratislava: 14 luoghi da non perdere!

1 Comment

  1. novembre 13, 2018
    Rispondi

    Non avevo mai sentito parlare dell’Isola del Giglio e ne sono rimasta affascinata grazie al tuo post! Sicuramente da visitare e poi le vacanze a Settembre/Ottobre sono le migliori!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *