Bologna è il capoluogo dell’Emilia Romagna, questa città è conosciuta in tutto il mondo per la sua bellezza architettonica, le piazze, le chiese, il colore rosso caratteristico dei suoi tetti (che ricordano ancora l’epoca medioevale). Bologna è conosciuta con vari nomi uno dei più famosi è “La Dotta”, infatti in questa città alberga una tra le più antiche università italiane. Questo capoluogo merita di certo di essere nella lista delle città più belle d’Italia. Ma cosa vedere a Bologna? Quali sono le principali attrazioni da non perdere in città? Scopriamolo insieme!

Come organizzare una vacanza a Bologna

cosa vedere a Bologna

Prima di scoprire cosa fare a Bologna, voglio darti alcuni consigli su come organizzare una vacanza in città. Il mio primo consiglio è quello di cercare un hotel, un B&B o una casa in affitto a Bologna, in questo modo potrai scoprire la città in modo tranquillo e senza stress. Io di solito scelgo di affittare un appartamento perché lo trovo più comodo e anche più economico. Bologna poi è solo il punto dal quale iniziare a scoprire l’Emilia Romagna.

Infatti, se affitti un appartamento in città, puoi scegliere non solo di visitare il capoluogo, ma anche di fare qualche viaggio on the road nei dintorni e rimanere incantato dalla bellezza di questa regione unica nel suo genere. Se vuoi optare per un tour on the road e visitare Bologna e i dintorni, ti consiglio di fare almeno una settimana di vacanze in questo modo potrai esplorare al meglio le varie località. Se invece vuoi visitare solo il capoluogo allora ti consiglio di passare un weekend a Bologna per andare alla scoperta della sua bellezza.

Cosa vedere a Bologna: le attrazioni principali

Cosa vedere a Bologna

Cosa vedere a Bologna? Prima di visitare una città è normale informarsi su quali siano le attrazioni principali, quelle da non perdere assolutamente. Oggi voglio consigliarti i punti d’interesse che per me sono imperdibili nel momento in cui vuoi scegliere di visitare la città. Allora pronto? Iniziamo a scoprire insieme la città!

1. Piazza Maggiore

Quando si arriva a Bologna la prima imperdibile tappa è sicuramente Piazza Maggiore. Questa piazza si presenta ampia e la sua importanza è dovuta anche agli edifici medioevali che la circondano. Il palazzo più importante e antico e il Palazzo del Potestà, questo è sormontato dalla Torre dell’Arengo, che serviva a suonare la campana per riuscire a chiamare il popolo in piazza.

Vicino al palazzo potestà si può trovare il Palazzo di Re Enzo sotto il quale si apre una volta a crociera che poi da inizio al passaggio pedonale. La piazza presenta una chiusura a ovest, dove si presenta il Palazzo d’Accursio, questo è un monumento architettonico che risale al ‘300 e dove oggi ha sede il Comune di Bologna.

A Sud dinanzi al Palazzo del Podestà si presenta la facciata incompiuta della Basilica di San Petronio, realizzata in gotico e iniziata verso la fine del trecento, ma lasciando la sua facciata incompleta per sempre. In Piazza Maggiore si trova anche il Palazzo dei Bianchi disegnato dal Vignola, il portico dell’Archiginnasio dove figura la sede medievale dell’Università di Bologna e il Palazzo dei Notai. La parte centrale di Piazza Maggiore è denominata il crescentone, questa è una piattaforma pedonale costruita nel 1934.

2-Fontana del Nettuno

cosa vedere a Bologna

La fontana del Nettuno si trova nell’omonima piazza a Bologna. Questa statua è stata realizzata da diversi artisti italiani su ordine del vicelegato Cesi che voleva glorificare l’influenza del governo pontificio di Papa Pio IV. La fontana venne realizzata da Laureti, Portigiani e il Giambologna. Fu proprio quest’ultimo a realizzare la famosa statua del Nettuno che si erge al centro della fontana con la sua figura maestosa e anche un po’ manieristica. Anche la fontana in sé presenta diversi elementi di interesse artistico come la foggia, gli emblemi pontifici, le nereidi, i putti e i delfini.

3-Basilica di San Petronio

Una delle chiese principali di Bologna è la Basilica di San Petronio, come accennato questa si trova in piazza Maggiore, e anche se la sua facciata è rimasta incompiuta rimane comunque una delle chiese più grandi in europa e la quarta chiesa più grande in Italia. La Basilica è realizzata in stile gotico e costruita in mattoni. Uno dei momenti storici più importanti vissuti da questa basilica è sicuramente l’incoronazione di Carlo V come imperatore del Sacro Romano Impero sotto la benedizione di Clemente VII, avvenuta il 24 febbraio del 1530.

4-Il Santuario della Madonna di San Luca

Tra cosa vedere a Bologna è d’obbligo nominare anche il bellissimo santuario della Madonna di San Luca. Questo santuario si trova sul colle della guardia poco distante dal centro storico della città. Il santuario è molto importante dal punto di vista religioso in quanto è stato da sempre meta di pellegrinaggio per la venerazione della famosa icona della Vergine col Bambino, detta anche di San Luca.

Il Santuario è stato costruito in stile barocco è ciò lo si nota dai volumi curvilinei e dinamici, dalle sue sporgenze e rientranze e dalla pianta che la caratterizza. L’interno del Santuario invece è caratterizzato da una pianta ellittica innestata in una croce greca. Da vedere naturalmente al suo interno è l’icona della Vergine con il bambino.

Ci sono però anche altre opere degne di note come: la Madonna del Rosario di Reni, il Cristo che appare alla Madre di Guercino, gli affreschi di Bigari e Cassioli e gli stucchi realizzati da Borrello e Calegari.

5-Cattedrale di San Pietro

La cattedrale di San Pietro è la chiesa principale di Bologna. Questa si trova nel centro storico della città e la sua imponente facciata è realizzata in stile barocco, che si denota dal paramento murario in mattoncini rossi, le decorazioni in marmo e la struttura realizzata a salienti. La Cattedrale presenta un portone centrale più grande che è sormontato dallo stemma di Benedetto XIV.

Molto bella la scultura di San Pietro presenta nella fascia inferiore della chiesa e realizzata da Corsini, da notare anche la scultura di San Paolo che invece si trova sulla destra, realizzata da Verschaf scultore fiammingo del ‘700.

6-Palazzo di Re Enzo

Un palazzo storico da vedere assolutamente a Bologna è il Palazzo di Re Enzo. Questo Palazzo è stato costruito tra il 1244 e il 1246 e si presenta come ampliamento del Palazzo del Potestà. Inizialmente il nome del Palazzo era Palatium Novum, ma nel tempo prese il nome di Re Enzo dedicato al re di Sardegna.

7-Biblioteca Salaborsa

Il Palazzo d’Accursio a Bologna oggi ospita la bellissima Biblioteca Salaborsa. Questa biblioteca si affaccia su piazza Nettuno e su via Ugo Bassi. La piazza coperta oggi è destinata a biblioteca, questa al suo interno ospita innumerevoli libri, giornali, fumetti, audiolibri, e strumenti di diffusione multimediale. Spesso la Biblioteca Salaborsa è sede anche di eventi culturali e mostre alle quali è possibile partecipare la maggior parte delle volte gratuitamente.

8-Mercato delle Erbe

Il mercato ortofrutticolo situato nel centro storico di Bologna prende il nome di Mercato delle Erbe. Questo è stato costruito all’inizio del XX secolo e l’edificio è stato progettato da Mellucci e Carpi nel 1910. All’inizio questo doveva ospitare le bancarelle dei commercianti e le treccole di coloro che erano stati allontanati da Piazza Maggiore.

L’edificio durante la guerra subi degli importanti danneggiamenti, durante la seconda guerra mondiale però fu riaperto grazie a importanti lavori di ristrutturazione. Questa struttura al momento non ospita solo un mercato ortofrutticolo ma presenta anche altre attività come paninoteche, pizzerie, ristoranti, friggitorie e ristoranti.

9-Torre degli Asinelli

Una delle cose da vedere a Bologna è la Torre degli Asinelli! La torre degli Asinelli è una delle due torri di Bologna ed è un simbolo della città. Le due torri si trovano all’incrocio delle strade antiche di San Donato, Maggiore, San Vitale e Castiglione. La Torre degli Asinelli è stata eretta tra il 1109 e il 1119 da Gherardo Asinelli.

Questa torre ha un’altezza pari a 97,20 metri e per salire bisogna affrontare una bella scalinata composta da ben 498 gradini! Per visitare la torre degli Asinelli è necessario pagare un biglietto d’ingresso, una volta entrati è possibile salire tutta la scalinata in legno e da lassù si può vedere tutta la città dall’alto ammirandone il panorama. 

10-I portici di Bologna

cosa vedere a Bologna

Infine, immancabile è la passeggiata sotto i famosi portici di Bologna. I portici di Bologna sono uno dei patrimoni culturali e architettonici della città oltre che un simbolo di questa. I portici di Bologna presentano una serie di porticati che percorrono il centro storico per ben 38 km, 53 km se si considerano anche i portici che si trovano nei fuoriporta. Questi essendo molto rilevanti a livello culturale e artistico sono stati candidati anche come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Summary
Cosa vedere a Bologna? 10 attrazioni da non perdere in città!
Article Name
Cosa vedere a Bologna? 10 attrazioni da non perdere in città!
Description
Scopri cosa vedere a Bologna e non perderti le attrazioni che rendono questa una delle città più belle d'Italia!
Author