Un fine settimana nell’antica capitale d’Italia: Torino

Torino fu la prima capitale del Regno d’Italia, nel lontano 1861.

Questa caratteristica influisce ancora oggi sull’intera città, che per vari decenni ospitò i reali italiani, la famiglia Savoia. Ornano Torino le antiche residenze dei sabaude, ma è l’impianto urbanistico di Torino a darle un tocco mitteleuropeo.

Grandi piazze squadrate, palazzi rigorosi e austeri, parchi enormi e strade larghe, queste sono le caratteristiche di Torino che saltano subito agli occhi del visitatore.

Organizzare una vacanza a Torino: dove soggiornare

Torino è una delle più grandi città d’Italia; offre un buon servizio di mezzi pubblici e il centro storico è facilmente percorribile a piedi.

Se non si desidera camminare molto, o ci si ferma in città solo pochi giorni, è importante scegliere un buon hotel a Torino, gestito da una delle grandi catene internazionali, come ad esempio Best Western.

Stiamo parlando di alberghi nuovi e moderni, con tanti servizi essenziali , che consentono di rendere la vacanza indimenticabile.

Questo tipo di strutture sono solitamente posizionate in zone della città facili da raggiungere e in quartieri di un certo livello, piacevoli da visitare.

Cosa vedere a Torino: i Savoia

Per cominciare una visita a Torino, Piazza Castello è sicuramente il luogo migliore. Palazzo Reale è a breve distanza, così come le vie dello shopping e tutte le altre parti interessanti della città.

L’antica residenza dei Savoia merita di certo una visita, si tratta della storia della nostra Nazione, dei suoi albori e dell’ultima famiglia che vi ha regnato nel passato.

All’interno del Palazzo si può visitare l’armeria, così come una galleria d’arte di imponenti dimensioni.

L’intero castello è visitabile, con anche alcuni saloni arredati con lo stile dell’epoca in cui queste sale erano abitate dai reali italiani.

Vicino a Piazza Castello possiamo visitare anche i resti romani di Torino; anche se rimaneggiati nel corso del tempo permettono di dare un’idea di come fosse al tempo dei romani la città.

Una semplice passeggiata per il centro, con fermata d’obbligo in uno dei tanti caffè, completa la giornata.

Due giorni a Torino: il secondo giorno

Il secondo giorno della visita alla città potrebbe essere dedicato ad ammirare i musei che Torino ospita. A partire dal celeberrimo museo Egizio. C’è chi dice che sia il miglior museo di antichità egizie presente in Europa; in effetti le sale sono numerose e ospitano resti di rara bellezza.

Il modo migliore per apprezzare il museo sta nel prendere almeno un’audioguida, che possa spiegare al meglio tutto ciò che si può ammirare.

Un altro museo particolare è quello dedicato al cinema, all’interno della mole Antonelliana, un altro dei monumenti simbolo della città.

Dopo una giornata così intensa si può terminare con una passeggiata al parco del Valentino, particolarmente apprezzato anche dai torinesi. Per chi volesse trattenersi più a lungo le cose da vedere a Torino non sono di certo terminate.

Da Palazzo Madama al museo della sindone e al duomo, dalla chiesa della consolata fino al museo del i Risorgimento. È possibile spaziare in varie epoche, con attrazioni per tutti i gusti.