Castello di Gropparello: un’esperienza emotiva ideale per grandi e piccini!


castello di gropparello

Il nome del Castello di Gropparello deriva dal celtico Groep, ovvero “ostacolo”. In effetti il castello che sorge nel comune omonimo in provincia di Piacenza, da cui prende anche il nome, era un ostacolo tosto da superare, sia per i nemici dei signori medievali che per gli amici!


Situato in cima a uno sperone di roccia a strapiombo sul corso del torrente Vezzeno, fu costruito nell’anno 840 da Giuliano II di Piacenza. Protagonista nei secoli di eventi storici importanti, come la guerra tra Guelfi e Ghibellini, non cadde mai in abbandono garantendosi quindi di arrivare ben tenuto ad oggi.

Gropparello: il castello dei bambini

I proprietari attuali hanno sfruttato la bellezza del Castello di Gropparello, non soltanto inserendolo nella Associazione dei Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli ma aprendo le sue antiche porte alla modernità. In particolare agli eventi e alle feste legati ai bambini.

E cosa c’è di più bello, per un bimbo, dell’entrare in un castello vero? Si può dormire nella torre, la parte più antica del maniero, dove sono sistemate le stanze per i turisti (che però costano 400 Euro a notte!); si possono seguire animatori travestiti da cavalieri alla ricerca di qualche drago, orco o di una damigella da salvare; e si può … anzi, si DEVE…vivere l’emozione di un parco che nasce proprio per questo.

Il parco emotivo del Castello di Gropparello

castello di gropparello

Tutto intorno al castello di Gropparello, tra rocce e boschetti, sorge il Parco Emotivo.

Le guide, vestite come veri personaggi delle fiabe, accompagneranno bimbi e genitori alla scoperta di storie incantate, percorsi magici, personaggi mitici e stranezze degne di Harry Potter!

Il tutto insieme alla natura, quella però è verissima, come gli animali e le piante che popolano questi prati ombrosi!

Oltre alle fiabe animate e alle attività per bambini, a Gropparello si può mangiare nella ottima taverna, dormire nella torre, comprare ricordi per sé o per gli amici, acquistare (anche online) dei weekend speciali per compleanni, anniversari, banchetti o solo per godersi una gita in famiglia.

Si possono vivere esperienze insieme alla propria classe scolastica, ad esempio teatro in inglese, visite guidate nella natura, vedere dal vivo un canto dell’Inferno di Dante!

Come arrivare al castello di Gropparello

A Gropparello si arriva tramite le autostrade A1 oppure A21, che portano a Piacenza, e poi seguendo le Provinciali SP6 ed SP10. Se arrivate in aereo l’aeroporto più vicino è quello di Parma (un’ora e un quarto), ma anche Brescia, Bologna e Milano sono ben collegati.

Castello di Gropparello: Prezzi e Contatti

Per prenotare la vostra giornata felice a Gropparello, potete tranquillamente far tutto online dal sito del castello (https://www.castellodigropparello.it) oppure telefonare allo 0523/855814 o inviare una email a info@castellodigropparello.it.

I biglietti di norma costano meno di 10 Euro a persona ma se uniti a visite guidate e altri servizi del castello, questi costano intorno a 23,50 Euro per gli adulti e 19 euro per i bambini.

I prezzi possono essere scontati in alcune occasioni. Sulla apposita pagina del sito Castello di Gropparello, potete con calma visionare le varie idee e offerte, cliccare quella che preferite e prenotare. La prenotazione è importante e fortemente consigliata per non incorrere in disguidi, data l’enorme richiesta della location.

Al prossimo castello 😀 

Grazia

Summary
Castello di Gropparello: un'esperienza emotiva ideale per grandi e piccini!
Article Name
Castello di Gropparello: un'esperienza emotiva ideale per grandi e piccini!
Description
Il Castello di Gropparello è una struttura unica che si presenta con il primo parco emotivo d'Italia. Il castello di Gropparello presenta attività ideali sia per i bambini sia per gli adulti!
Author
Previous Navi Costa Crociere itinerari e prezzo: alla scoperta del mondo!
Next Vacanza a Tenerife: tutti i consigli per organizzare un viaggio da sogno!

2 Comments

  1. giugno 2, 2018
    Rispondi

    Ma che bello quello castello! Non lo conoscevo! Mi hai dato un bellissimo spunto per una gita fuori porta 🙂

  2. giugno 3, 2018
    Rispondi

    un parco emotivo è una figata pazzesca!! Davvero da vivere, questa esperienza, come credo che debbano esserci più percorsi di questo tipo in ogni città

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *